TIROCINIO

Crediti: 
15
Sede: 
PARMA
Anno accademico di offerta: 
2021/2022
Responsabile della didattica: 
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Anno di corso: 
5

Obiettivi formativi

Il tirocinio, in raccordo con gli insegnamenti del percorso formativo, concorre al conseguimento dell’apprendimento degli aspetti legati alla pratica professionale di farmacista, secondo gli Indicatori di Dublino. Nello specifico esso persegue i seguenti obiettivi:
1. Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding): possedere conoscenze inerenti il corretto esercizio professionale nelle sue varie declinazioni.
2. Conoscenza e capacità di comprensione applicate (applying knowledge and understanding); - saper articolare contenuti disciplinari in funzione delle necessità degli utenti della farmacia e degli obblighi professionali nella gestione delle procedure di dispensazione dei farmaci.
3. Autonomia di giudizio (making judgements): riflettere criticamente sul proprio agire e sulle decisioni prese e mettersi in discussione nella cerchia dei colleghi.
4. Abilità comunicative (communication skills): avere capacità relazionali significative con i pazienti (counselling) e con la classe medica, nell’ottica delle regole di responsabilità.
5. Capacità di apprendere (learning skills): arricchire le conoscenze trasversali nella pratica quotidiana della professione e nell’ambito dell’aggiornamento professionale organizzato

Prerequisiti

Per essere ammesso al tirocinio lo studente deve aver acquisito un minimo di 150 CFU, superato gli esami di Tecnologia Farmaceutica/Laboratorio di Tecnologia Farmaceutica, Chimica Farmaceutica e Tossicologica I, Farmacologia e Farmacoterapia ed ottenuto l’attestazione di frequenza del corso di Legislazione Farmaceutica/ Fabbricazione Industriale dei Medicinali

Contenuti dell'insegnamento

Ai fini della validità comunitaria del titolo, il percorso formativo della Laurea Magistrale in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche é coordinato nell’ambito della UE (Direttiva 85/432) in modo che venga effettuato un tirocinio pratico professionale, a tempo pieno, per una durata complessiva di almeno sei mesi (15 CFU al IV anno e 15 CFU al V anno), presso una farmacia territoriale o ospedaliera sotto la sorveglianza del Servizio Farmaceutico secondo quanto indicato nell’apposito regolamento della Dipartimento di Farmacia dell’Università di Parma. Secondo quanto stabilito dal MIUR (nota prot. N. 570 del 11/03/2011) un CFU è pari a 30 ore di attività di tirocinio

Metodi didattici

Affiancamento in farmacia

Modalità verifica apprendimento

Lo studente prima di iniziare il tirocinio è tenuto a ritirare presso il Servizio gestione carriere Studenti dei Corsi di Laurea di indirizzo Farmaceutico il libretto di frequenza, che deve essere compilato giornalmente con la descrizione dell'attività svolta e firmato. Il libretto deve essere controfirmato giornalmente dal Tutore professionale della farmacia. Concluso il periodo di tirocinio, il Tutore professionale riporta sul libretto il giudizio complessivo relativo all’attività svolta dallo studente. Lo studente dovrà altresì ritirare presso la segreteria studenti due questionari sullo svolgimento del tirocinio: uno da compilare e riconsegnare all'ufficio al termine dello stage, l'altro da consegnare al farmacista tutor per la compilazione da parte del professionista.

Altre informazioni

Ai fini della validità comunitaria del titolo, il percorso formativo della Laurea Magistrale in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche é coordinato nell’ambito della UE (Direttiva 85/432) in modo che venga effettuato un tirocinio pratico professionale, a tempo pieno, per una durata complessiva di almeno sei mesi (15 CFU al IV anno e 15 CFU al V anno), presso una farmacia territoriale o ospedaliera sotto la sorveglianza del Servizio Farmaceutico secondo quanto indicato nell’apposito regolamento della Dipartimento di Farmacia dell’Università di Parma. Secondo quanto stabilito dal MIUR (nota prot. N. 570 del 11/03/2011) un CFU è pari a 30 ore di attività di tirocinio. E' previsto o svolgimento di una parte del tirocinio all’estero (non superiore a tre mesi), nell’ambito di programmi di scambio con altre Università dell’U.E. (LLP ERASMUS o altri accordi bilaterali)