LABORATORIO DI PROGETTAZIONE DEI FARMACI - LABORATORIO DI SINTESI DEI FARMACI

Crediti: 
10
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Il Laboratorio di progettazione dei farmaci ha l’obiettivo di permettere allo studente di conoscere e comprendere i principi basilari dei principali strumenti di progettazione dei farmaci: QSAR e modellistica molecolare. Lo scopo delle esercitazioni è di fornire la capacità di applicare l'analisi statistica dei dati allo studio delle QSAR e la modellistica molecolare alla comprensione degli elementi decisivi per la progettazione di nuovi farmaci.
Il Laboratorio di sintesi dei farmaci ha l’obiettivo di permettere allo studente di conoscere e comprendere i principi basilari dei principali strumenti di sintesi organica applicata alla chimica farmaceutica e delle principali tecniche utilizzate nella sintesi di composti biologicamente attivi. Lo scopo della parte di sintesi è quello di fornire allo studente adeguate capacità di utilizzare la conoscenza e la comprensione acquisite per la soluzione delle principali problematiche nel campo della, sintesi e purificazione di composti biologicamente attivi.

Prerequisiti

Principi di chimica farmaceutica. Elementi sull'analisi statistica.

Contenuti dell'insegnamento

Il corso di Laboratorio di progettazione dei farmaci fornisce nozioni su strumenti teorici per lo studio delle relazioni struttura-attività e progettazione dei farmaci, concentrandosi su tecniche di QSAR e Modellistica molecolare. E' prevista una attività di esercitazione in laboratorio informatico.
Le lezioni teoriche della parte di sintesi riguardano la sintesi organica applicata alla chimica farmaceutica con particolare attenzione a tecniche innovative e green chemistry. Il corso prevede inoltre esercitazioni pratiche in laboratorio riguardanti la sintesi e purificazione di piccole molecole organiche di interesse farmaceutico.
Le lezioni teoriche del Laborstorio di sintesi dei farmaci riguardano la sintesi organica applicata alla chimica farmaceutica con particolare attenzione a tecniche innovative e green chemistry. Il corso prevede inoltre esercitazioni pratiche in laboratorio riguardanti la sintesi e purificazione di piccole molecole organiche di interesse farmaceutico.

Bibliografia

M.Mabilia. Chemoinformatica. Springer.
GH Grant, WG Richards. Computational Chemistry. Oxford Chemistry Primers.
Dispense del docente.
I. VOGEL “Chimica Organica Pratica”, Casa Editrice Ambrosiana, Milano.
D. PAVIA, G. LAMPMAN, G. KRIZ “Il Laboratorio di Chimica Organica”, Ed. Italiana a cura di P. Grunanger, D. Pocar; Sorbona.
M. D’ISCHIA “La Chimica Organica in Laboratorio”, Piccin.

Metodi didattici

Le lezioni di progettazione dei farmaci presentano le basi per la costruzione di modelli statistici di analisi multivariata, per la parametrizzazione delle proprietà chimico-fisiche e per l'uso di modelli molecolari. Durante le esercitazioni in laboratorio informatico, generalmente condotte a coppie, vengono applicati allo studio di relazioni struttura attività programmi di analisi multivariata e di modellistica molecolare.
Le lezioni di sintesi dei farmaci affrontano le principali tecniche di sintesi organica applicabili alla preparazione e purificazione di composti biologicamente attivi. Il corso è affiancato da esercitazioni di laboratorio. Queste esercitazioni saranno individuali e pratiche ed avranno lo scopo di dare la possibilità ad ogni studente di approcciare autonomamente la soluzione alle prove di sintesi e purificazione di composti di interesse farmaceutico.

Modalità verifica apprendimento

L’accertamento del raggiungimento degli obiettivi previsti prevede un esame orale. Le domande riguarderanno sia gli aspetti teorici trattati nei corsi che le esercitazioni pratiche nei laboratori accertando in questo modo sia la conoscenza e la capacità di comprensione dello studente sia le abilità acquisite nell’applicare tali conoscenza e comprensione alla soluzione di problematiche riguardanti la sintesi e purificazione di composti di interesse farmaceutico, la progettazione di nuovi farmaci e lo studio delle relazioni struttura-attività. I risultati di prove in itinere condotte durante le esercitazioni costituiranno elemento di valutazione.